Salta al contenuto

Categoria: webOS

Perchè la GPL dovrebbe essere una scelta ovvia per webOS

Visto la recente decisione di HP di rilasciare (non si sa ancora quando) webOS (non si sa neanche se verranno rilasciate tutte le versione o solo l'ultima la 3) come Open Source(vorrei poter dire Software Libero ma non si sa ancora), ma non è ancora stato deciso (o almeno reso pubblico) che tipo di licenza verrà usata, in questo post vorrei esternare il mio punto di vista e del perchè HP dovrebbe usare la GPL.

Innanzitutto la GPL sarebbe da preferire a priori, visto che è l'unica licenza che protegge sia lo sviluppatore e sia l'utilizzatore, adesso cercherò di spiegarvi  brevemente il perchè.
La GPL è sicura per l'utilizzatore finale, perchè si può (non si è obbligati ad allegarlo insieme al software ma si è obbligati a fornirlo su richiesta) avere a disposizione il codice sorgente del prodotto, questo comporta che il codice può essere controllato da un elevato numero di persone anche molto esperte, quindi più sicurezza; si ha la possibilità di sapere cosa tal prodotto sta facendo, quindi trasparenza nell'uso dei dati, e di conseguenza si ha sicurezza e tranquillità di star usando un prodotto sicuro; ma protegge anche gli sviluppatori, perchè obbliga chi volesse modificare il software a rilasciarlo con la stessa licenza, quindi preservare questa libertà, questo implica che se un'altra persona usa il mio software e lo migliora, se lo ridistribuisce (quindi potrebbe farmi concorrenza) io ho modo di avere queste modifiche ed applicarle al mio lavoro originale se sono interessato a farlo, quindi non viene sfruttato il mio lavoro ma bensì viene "solo" usato ed entrambi ne beneficiamo, cosa che non accade con licenze di tipo BSD, MIT e Apache.

Ora che sappiamo come la GPL funziona (a grandi linee), vediamo di applicarla ad HP e a webOS.